Logo



Titolo:Gnocchi con ragù di pesce di lago,pomodoro fresco

Gnocchi di patate saltati con ragù di pesce di lago,pomodoro fresco e maggiorana

Per 4 persone

500g. patate lavate,cotte con la buccia,pelate e passate con lo schiaccia patate
170g. farina 00
Noce moscata, pepe e sale q.b.
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio in camicia
2 foglie di maggiorana

Procedimento

Mettere sul fuoco un tegamino con l’olio extravergine,l’aglio e la maggiorana, lasciare prendere colore all’aglioe scolare il condimento sopra le patate passate
Impastare il composto di patate,farina e aromi, appena è ben amalgamato lasciare riposare per 10 minuti quindi formare dei tronchetti e tagliare dei piccoli bocconcini e con l’aiuto di una forchetta darle una forma rigata, infarinare leggermente e stenderli sopra un vassoio e conservare al fresco.

Ragù di pesce di lago

2 lavarelli puliti,sfilettati e tagliati a dadini
3 agoni preparati come i lavarelli
3 persici preparati come sopra
1 salmerino o altro pesce di acqua dolce sempre preparati come sopra
1 scalogno pulito e tritato fine
300g. pomodorini cherry puliti e tagliati a spicchi
1 spicchio d’aglio in camicia leggermente schiacciato
½ bicchiere di vino bianco secco
1 cucchiaino di maggiorana tritata grossolanamente
Sale e pepe q.b.
100g. olio extravergine d’oliva

Procedimento

Mettere sul fuoco una padella antiaderente e fare saltare con poco olio una qualità di pesce per volta dopo averlo leggermente salalo e infarinato, tenere in caldo
In una casseruola mettere lo spicchi d’aglio,un po’ di olio e lo scalogno,fare stufare senza prendere colore,togliere l’aglio e bagnare con il vino bianco, lasciare evaporare tutto il liquido quindi mettere i pomodorini e lasciare cuocere per 5 minuti, aggiungere il pesce che precedentemente abbiamo saltato e verificare il sapore.
Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata e quando vengono a galla scolarli e metterli nella salsa, farli saltare fino a quando si sono ben amalgamati aggiungere l’olio rimasto e la maggiorana, verificare il sapore e servire ben caldi

Ricetta di Claudio Prandi


 Data: 2015-04-12 Autore: Max